Consigli per il primo bagno al mare...

01.06.2016

 

Nonostante sia vietato in molte località balneari italiane, fare una nuotata in mare in compagnia del proprio cane è sempre un'occasione piacevole sia per l’animale che per il proprietario. Ecco alcuni consigli utili affinché il bagno sia un momento di vera gioia reciproca.

 

Per i cani al loro primo bagno

 

La prima volta fategli provare l'esperienza tenendolo in braccio, facendo qualche passo con l'acqua che vi arriva alla cintola, così che l'acqua sfiori anche il cane. Provate poi ad abbassarvi, sempre tenendolo in braccio. Se vi guarda, sorridete, non dovete avere un'espressione preoccupata, in quanto gli amici a 4 zampe sanno riconoscere le mimiche facciali dei loro compagni umani.

 

La volta seguente, sempre con il cane in braccio, rimanete dove l'acqua è alta alle vostre ginocchia, e poi depositate delicatamente il cane dove può toccare con le zampe il fondo. In tal modo potrete vedere se gradisce restare oppure no, in questo ultimo caso ci vorrà pazienza.

 

Quando avrà acquisito una certa dimestichezza con l'acqua, mettete il cane dove non tocca, rimanendo al suo fianco e sorreggendolo (ovvero tenendo una mano sotto al suo petto e alla sua pancia). Inizierà a muovere le zampe per istinto, allora provate ad allentare la presa e seguitelo passo-passo.

 

Nelle prime fasi di apprendimento può essere utile un giubbetto galleggiante per cani, lo sarà anche in seguito, se al cane piacerà fare il bagno: una sicurezza in più non fa mai male.

 

Altri consigli utili per il bagno con Fido

 

Il cane deve entrare in acqua di propria spontanea volontà senza mai per nessuna ragione esservi forzato.

 

Un cane anche se abituato al fiume o al lago potrebbe dimostrarsi diffidente all'ingresso in mare per via delle onde. Specialmente all'inizio, evitate accuratamente di far entrare il cane con il mare mosso. Fategli fare il bagno solo dopo esservi accertati che non ci siano correnti forti o vento che allontani dalla riva.

 

Il cane non deve mai entrare in acqua a stomaco pieno poichè proprio come noi è soggetto a congestione. Assicuratevi che sia trascorso un tempo sufficiente dall’ultimo pasto. L’ideale è almeno quattro ore (questo vale soprattutto se l’acqua non è calda).

 

Evitate di farlo entrare 'a freddo' magari dopo ore trascorse sdraiato al sole: fategli riscaldare un po’ i muscoli con qualche tiro della sua pallina.

 

Il cane in acqua è in perenne movimento e non è in grado di fermarsi a riposare. Ricordate che quello che per voi può essere un bagno rilassante, per lui è un esercizio fisico stancante, in particolare se non è allenato. Non esagerate ed evitate che superi i suoi limiti,magari per la troppa foga di giocare con voi.Meglio bagni corti ma frequenti piuttosto che bagni lunghi.

 

Il cane deve sempre essere tenuto sotto controllo: fate in modo di non perderlo mai di vista e che vi stia vicino. Non troppo però: il cane tenderà a venirvi incontro, ad aggrapparsi a voi e le sue unghie potrebbero graffiarvi o ferirvi mentre sgambetta.

 

Fonte: bauboys.tv

Please reload

Altre News

Menzione speciale

August 1, 2020

1/10
Please reload

Articoli Recenti

August 1, 2020

May 17, 2020

March 23, 2020

Please reload

© I.C.B.D. tutti i diritti sono riservati

Visitatori

Segreteria Nazionale     081 18658122 - +39 371 1195477